Seleziona una pagina

In occasione del XXX anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio il nostro Istituto con le classi 3C e 5D del Liceo delle scienze umane ha partecipato, nella sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, ad un evento che la Regione Lazio ha voluto promuovere alle nuove generazioni: “NOI CONTRO LE MAFIE” Con loro a parlare di mafia il Procuratore della Repubblica di Roma, Francesco Lo Voi, il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e Gianpiero Cioffredi, Presidente dell’Osservatorio Sicurezza e Legalità della Regione.

Unica ed emozionante la presenza dell’attrice Greta Scarano, che leggendo alcuni dei testi scritti da Giovanni Falcone e Poalo Borsellino ha emozionato e fatto vibrare i cuori dei giovani spettatori. A chiudere in maniera travolgente Il musicista Roy Paci che ha cantato il brano “Siamo Capaci”. Un’atmosfera di affetto e speranza ha avvolto 1200 studenti con l’intento di ricordare, tra le tante vittime della criminalità, le pietre miliari della giustizia italiana nella lotta alle mafie. Un’occasione per portare i giovani a scontrarsi con una realtà che troppo spesso viene romanzata in miti di eroismo, un modo per far conoscere i pensieri di chi combatteva.

L’attrice Greta Scarano ha aperto la giornata con la lettura di alcuni testi di Falcone e Borsellino, per poi passare la parola al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il quale ha ribadito che la mafia rappresenta un crimine da “sconfiggere” insieme, confidando soprattutto nelle nuove generazioni, affinché la memoria aiuti in questa lotta.

Ed infine, le parole del procuratore Francesco Lo Voi hanno coinvolto i ragazzi fin dal primo istante e, col dettaglio ed il sentimento che ne contraddistinguevano l’esposizione, hanno fatto sì che si comprendesse come effettivamente non stesse semplicemente parlando a dei giovani, ma stesse ripercorrendo quegli esatti momenti ricordandone l’atrocità e lo scompiglio di chi in quel fatidico 1992 perse un collega, sì, ma soprattutto un amico. La giornata si è conclusa con l’esibizione del musicista Roy Paci che, insieme ai ragazzi del Coro di Aprilia, ha cantato il brano “Siamo Capaci” alimentando all’interno dell’Auditorium un’atmosfera di intesa e di speranza tra gli studenti presenti. Eventi come questo permettono ai giovani di crescere e capire che si è parte effettiva del cambiamento solo nel momento in cui siamo noi stessi i primi a crederlo.

Skip to content