Oggi ho preso la penna per scrivere una lettera, ma non ho bisogno del protocollo, della firma digitale … oggi scrivo un altro tipo di comunicazione.

Oggi scrivo un saluto.

Scrivo ad un amore che ha riempito la mia vita: la mia Scuola, i miei Alunni, i miei Docenti e il mio Personale ATA.

L’aggettivo possessivo che mi è “scappato di mano” testimonia il senso profondo di questo amore.  

Ci stiamo separando non perché è finito l’amore, ma perché è giunto il momento previsto dal percorso della vita. 

E’ stata un’esperienza professionale lunga, intensa, a volte non facile, spesso faticosa, ma ogni qualvolta ho incontrato i sorrisi e gli sguardi dei miei Alunni, tutta la “fatica del mondo” era giustificata. Anzi, per quegli sguardi, per il loro futuro, per il loro benessere dovevo andare oltre … individuare maggiori opportunità e migliori condizioni; dovevo prendermi il carico dei loro sogni, dovevo immaginare il futuro perché quei sorrisi erano proiettati verso un mondo che noi abbiamo la responsabilità di rendere migliore. Ogni piccolo successo dei miei Alunni mi ha ripagato di tutti gli sforzi, dei mille incontri, dei tentativi falliti, delle interminabili riunioni e dei pesanti adempimenti.

Il calore umano che ho avvertito lavorando, gomito a gomito, con i miei Docenti ha reso fluido, armonioso il nostro stare insieme. Quante volte abbiamo affrontato novità, cambiamenti, rimodulazioni, criticità, grandi problemi …. non abbiamo mai mollato, ci abbiamo messo l’entusiasmo, la passione, la competenza, la conoscenza, ci siamo tenuti per mano. Ho provato a non lasciarvi mai e voi altrettanto. Ognuno di voi è stato nei miei pensieri oltre che parte della nostra comunità educante.

Ma chi a volte ho fatto “soffrire” è stata la mia Segreteria, alla quale ho chiesto velocità, perfezione, quantità di lavoro, di materiale documentale … però quanta vicinanza, quanta empatia e quanto affetto!

Non ultimi i miei Collaboratori scolastici che mi hanno sempre stupito per la loro disponibilità incondizionata, spesso messa a dura prova per le mie richieste a volte un po’ azzardate. Anche loro sono stati artefici di idee per colorare ambienti, diffondere cura e benessere degli spazi; collaboratori che si sono prestati a mille peripezie: aperture e chiusure notturne, allestimenti di ambienti polifunzionali, flessibili ed integrati … per vivere la Scuola.

Quante avventure per avvicinare i nostri Alunni alla conoscenza, al saper fare e al saper essere.

In tutto il percorso non è mai mancato il sostegno delle Famiglie. Grazie a tutti voi.

Un ringraziamento ai tanti Amministratori che ho conosciuto in questo lungo percorso e con i quali la collaborazione e il rispetto ci hanno guidato nei rapporti di lavoro.

Grazie a tutte le Associazioni, Enti, Collaborazioni varie che hanno messo a disposizione idee, competenze ed entusiasmo.

Tutto rimarrà nei ricordi più belli e più cari.

Sarò sempre una Fan della mia Scuola.

A presto vederci ed abbracciarci, tutti quegli abbracci mancati.

Fiorella Crocoli

Skip to content