E se pensassimo che … “è tutta un’altra Storia”?
Immaginare che alcuni avvenimenti della Storia antica siano avvenuti ai nostri giorni e raccontarli in articoli di giornale con lo stupore, l’emozione, lo sconforto, la paura, ma anche con il gusto per le indiscrezioni e il pettegolezzo che susciterebbero se vissuti nella
contemporaneità.

Questo hanno fatto gli alunni del II B del Liceo Scientifico nell’abito delle attività di Geostoria, ognuno scegliendo liberamente una vicenda oggetto di studio.

Carosi Giulia, LA FINE DI UN EROE, CAUSE ANCORA INCERTE
Carvone Flavia, LA MORTE DI VESPASIANO. TUTTO L’IMPERO È A LUTTO!
Catalucci Sara, FINITA L’ERA DI CLAUDIO
Centofanti Matteo, ROMA IN LUTTO: LA CAPITALE DEL MONDO PIANGE IL DIVINO
AUGUSTO

Cervicari Gabriele, TERREMOTI E LAPILLI. IL VESUVIO NON È STATO MAI SPENTO
Cervicari Giada, ROMA IN FIAMME! BRUCIANO INTERI QUARTIERI
Ciferri Rino, CALIGOLA E IL CAVALLO SENATORE
Febbi Andrea Chiara, CATASTROFE A ROMA
Gioacchini Lorenzo, ROMA IN FIAMME
Lannaioli Alessandro, INCENDIO A ROMA! CHI È IL COLPEVOLE?
Mariottini Valerio, CAOS A ROMA: I PLEBEI OCCUPANO L’AVENTINO
Pomi Andrea, SPARTACO: IL GLADIATORE RIBELLE
Risoluti Nicolò, LE FIAMME DISTRUGGONO ROMA
Stakhov Oleksandr, TRAGICA FINE DI DUE AMANTI
Xu Shuyu, L’INFERNO A ROMA

Skip to content