Giovedì 13/02/20 la classe 2D della Scuola secondaria di primo grado, durante le ore di Italiano, ha avuto l’opportunità di partecipare ad una lezione di giornalismo tenuta dalla dott.ssa Selene Pascarella.
Una prima parte dell’attività è stata dedicata all’analisi del quotidiano: i ragazzi hanno potuto vederne la struttura, a partire dallo schema della prima pagina di una testata, e riflettere su come si presenta un articolo, sul ruolo e sul potere di una fotonotizia, sull’importanza di un titolo efficace. Hanno inoltre esaminato le sezioni di cui si compone un giornale e le diverse tipologie di cronaca. La dott.ssa Pascarella ha poi illustrato i 10
quotidiani più letti in Italia, dalla prima posizione, occupata dal «Corriere della Sera» all’ultima de «La Nazione», fornendo cenni storici, notizie sulle linee editoriali e, grazie ad una rapida ma efficace rassegna stampa delle prime pagine del giorno, sia nazionali che internazionali, tanti spunti di riflessione sui fatti più recenti di attualità, ma anche sulle problematiche legate al dilagare delle fake news, all’importanza della ricerca di fonti
attendibili, alla questione del copyright delle immagini.
Nella seconda parte dell’incontro, i ragazzi hanno potuto sperimentare concretamente come funziona il lavoro di una redazione. Nei giorni precedenti, avendo svolto un’attività laboratoriale su bullismo e cyberbullismo, nell’ambito del Progetto ABS Erasmus Bullying, e dovendo preparare un debate, hanno ricevuto il compito di approfondire un argomento diverso su questo tema, compresa la ricerca di immagini adeguate. La dott.ssa Pascarella ha creato così la testata monografica «Le notizie di Classe in 2D». Nel corso dell’incontro, ciascun autore ha riletto il proprio pezzo e riflettuto su come migliorarlo. Attualmente gli articoli sono in fase di revisione da parte dei ragazzi e verranno presto pubblicati.
Un sentito ringraziamento va dunque alla dott.ssa Pascarella, per aver messo la sua professionalità al servizio degli studenti, e anche alla collega Simona Barbierato, ideatrice del debate sul bullismo, che coinvolgerà i ragazzi nei prossimi giorni.
Una bella sinergia è nata tra docenti, genitori e alunni in questa occasione, e ne faremo tesoro!

Skip to content